Le porte della doccia: guida alla scelta del tipo di apertura

Le porte della doccia: guida alla scelta del tipo di apertura

La scelta delle porte della doccia rappresenta un elemento fondamentale per la funzionalità e l’estetica del bagno. In commercio sono disponibili diverse tipologie di aperture, ognuna con i suoi vantaggi e svantaggi.

In questa guida completa, analizzeremo le principali tipologie di porte doccia, offrendo consigli pratici per individuare la soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Tipologie di aperture

  • Porta a battente: La tipologia più classica, offre un’ampia apertura e un facile accesso al box doccia. Richiede però uno spazio adeguato per l’apertura esterna o interna.
  • Porta scorrevole: Ideale per bagni di piccole dimensioni, le porte scorrevoli ottimizzano lo spazio e si adattano a diverse configurazioni, come ad esempio l’angolo doccia.
  • Porta pieghevole o a bilico: Una soluzione salvaspazio che si apre a libro, riducendo l’ingombro in fase di apertura. Può risultare meno comoda rispetto ad altre tipologie.
  • Porta a soffietto: Simile alla porta pieghevole, si apre a soffietto e occupa poco spazio. Può essere realizzata in diversi materiali, come il PVC o il vetro.
  • Porta walk-in: Per un’esperienza doccia senza barriere, le porte walk-in si aprono completamente creando un’ampia entrata. Sono ideali per bagni spaziosi e moderni.

Porte della doccia a battente

Le porte doccia a battente, note anche come porte con cerniere, sono il tipo più comune di apertura della porta della doccia. La porta è fissata a cerniere situate sul bordo verticale della doccia o su un pannello di vetro fisso adiacente. La porta oscilla verso l’interno o verso l’esterno, offrendo un ampio spazio d’ingresso e facilità d’uso.

Le porte doccia a battente sono ideali per bagni piccoli e grandi. Sono disponibili in diverse misure, che le rendono perfette per essere installate in bagni di dimensioni diverse. Sono inoltre robuste e richiedono una manutenzione minima, garantendo una lunga durata anche in ambienti ad alto traffico.

Porte doccia scorrevoli

Se lo spazio è un fattore importante, le porte scorrevoli per doccia possono essere un’opzione eccellente. Le porte scorrevoli per doccia sono costituite da due pannelli di vetro, uno fisso e l’altro scorrevole su binari.

Le porte della doccia: guida alla scelta del tipo di apertura

Le porte scorrevoli per doccia non oscillano verso l’esterno o verso l’interno, consentendo di risparmiare spazio. Rappresentano una soluzione pratica per bagni compatti e box doccia con spazio limitato, senza compromettere l’estetica.

Porte doccia a bilico e pieghevoli

Le porte doccia a bilico, note anche come porte a cerniera centrale, offrono un ingresso più ampio rispetto alle porte doccia a battente, poiché si aprono da un punto di rotazione.

Le porte a bilico hanno un punto di cerniera solitamente situato al centro della porta, il che le rende un’opzione eccellente quando non è pratico avere una porta a battente che si apre nella parete del bagno o della doccia.

Le porte a bilico richiedono uno spazio adeguato sulla parete per il montaggio, il che le rende ideali per i bagni più grandi e per i box doccia che possono ospitare installazioni di porte per doccia più complete.

Porte doccia bi-pieghevoli

Le porte doccia bi-fold (conosciute anche come porte a soffietto) sono dotate di cerniere al centro che consentono di ripiegare la porta verso l’interno, creando un ampio ingresso che massimizza l’efficienza dello spazio. Le porte doccia bi-fold sono l’opzione ideale per i bagni piccoli e i box doccia in cui lo spazio è prezioso, riducendo al minimo l’oscillazione della porta verso l’esterno.

Porte doccia walk-in

Le cabine doccia walk-in sono una delle docce aperte più diffuse. Le cabine doccia walk-in non hanno una porta tradizionale e richiedono una ferramenta minima. L’assenza di ferramenta e di telaio offre un’estetica elegante e moderna, rendendo al contempo agevole la pulizia.

Le porte della doccia: guida alla scelta del tipo di apertura

Le cabine doccia possono essere personalizzate nelle dimensioni, nella forma e nello stile per adattarsi al layout e al design del bagno.

Fattori da considerare nella scelta

  • Spazio disponibile: Valutate l’ampiezza del bagno e lo spazio libero intorno al box doccia per scegliere l’apertura più adatta.
  • Funzionalità: Considerate l’utilizzo frequente della doccia e la comodità di accesso per individuare la tipologia di apertura più pratica.
  • Estetica: Scegliete una porta doccia che si abbini allo stile del vostro bagno e ai vostri gusti personali.
  • Materiali: Optate per materiali resistenti all’acqua e facili da pulire, come il vetro temperato o il PVC.
  • Budget: Le porte doccia possono variare in termini di prezzo in base al tipo di apertura, ai materiali e alle finiture.

Consigli pratici

  • Se avete un bagno piccolo, optate per una porta scorrevole o a soffietto per ottimizzare lo spazio.
  • Se desiderate un’ampia apertura e un accesso facile, scegliete una porta a battente.
  • Per un look moderno e minimalista, optate per una porta walk-in.
  • Prestate attenzione alla qualità dei materiali e dei meccanismi di apertura.
  • Pulite regolarmente la porta doccia per mantenerla in perfette condizioni.

Conclusioni

La scelta della porta della doccia dipende da diversi fattori, come lo spazio disponibile, la funzionalità desiderata e l’estetica del bagno. In questa guida abbiamo illustrato le principali tipologie di aperture, fornendovi consigli pratici per individuare la soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Ti è piaciuto leggere questo articolo? Allora scopri altri articoli correlati all’argomento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *